La Ciclovia Francigena ha bisogno di te!

Il 2016 è stato un anno cruciale per il percorso ciclabile della Via Francigena. È stato infatti interamente tracciato, con segnavia “leggeri”, i nastri adesivi bianco-azzurri, con il simbolo della ruota e il pellegrino. Tutto questo è stato possibile grazie a un’iniziativa dal basso – una felicissima campagna di crowdfunding a cui avete risposto in moltissimi - e alle risorse messe in campo da SloWays con la collaborazione di Ciclica e del Movimento Lento.

Si sa che la manutenzione ordinaria è una delle carenze più vistose in Italia. Quanti bellissimi progetti sono stati realizzati e poi abbandonati a se stessi e all’inevitabile degrado? Troppi a nostro parere, e noi vogliamo vincere la nostra personale grande scommessa sulla Via Francigena per chi va in bici. Nel corso di quest’anno abbiamo posto la prima pietra. Ora abbiamo bisogno di nuove energie per continuare a costruire.

Novità molto positive arrivano dalle amministrazioni lungo il percorso: la Regione Toscana ha già pianificato la posa della segnaletica ufficiale nel territorio di sua competenza, e passi analoghi sta muovendo la Regione Valle d’Aosta . Ci auguriamo che presto altri enti locali decidano di sostenere un progetto che potrebbe creare un enorme beneficio per i territori attraversati.

Ci stiamo impegnando a dialogare con le associazioni del settore, sia con l’Associazione Europea delle Vie Francigene, che ha recepito la nostra proposta di percorso pubblicandola sul sito ufficiale e proponendone la “certificazione” agli enti locali, sia con la FIAB. La Federazione Italiana Amici della Bicicletta è infatti referente del progetto Eurovelo 5, un grande percorso ciclabile europeo “Via Romea Francigena” che da Londra punta a Brindisi, ed entra in Italia oltre il valico del San Gottardo, a Ponte Chiasso. Si congiunge alla Via Francigena “classica” da Pavia, e la nostra idea è che si debba dialogare per arrivare a un percorso comune: uno solo, ben segnalato e attrezzato. Per raggiungere questo fine e, crediamo, nell’interesse di tutti, mettiamo a disposizione la nostra esperienza.

lanciamo un appello a tutti coloro – viaggiatori, pellegrini, proprietari di attività ricettive ed esercizi commerciali lungo la Via – che hanno a cuore la crescita del progetto.

Vi invitiamo a farvi carico della manutenzione di un tratto del percorso ciclabile della Via Francigena, che è di tutti e a tutti regala qualcosa: esperienze, emozioni, crescita culturale. La Via è, insomma, un bene comune. Spetta a tutti noi prendercene cura, fermi restando gli impegni degli enti pubblici preposti alla sua promozione e tutela. Mille e più chilometri di tracciato non sono proprio una passeggiata!

Servono persone che verifichino lo stato della segnatura, e che sostituiscano i segnavia danneggiati dalle intemperie, dagli occasionali vandalismi, che colmino le lacune dove i segni mancano. Il materiale c’è già ed è messo a disposizione da SloWays.

Cerchiamo inoltre strutture di accoglienza e operatori turistici interessati e disponibili a prendersi cura del percorso e a sostenerlo insieme a noi, dando un contributo economico per l’acquisto dei materiali oppure dedicando del tempo per collaborare con noi alla manutenzione.

Creeremo così un gruppo di “Amici della CicloVia Francigena”, che in cambio del proprio impegno, oltre alla soddisfazione personale e alla gratitudine di tutti i ciclo-pellegrini avrà in cambio visibilità sul sito www.viafrancigena.bike, sulla newsletter e sui profili social del Movimento Lento.

Clicca qui per compilare il form per dare il tuo contributo